I sintomi dei vermi nell'uomo

sintomi di parassiti nel corpo umano

Una persona moderna, anche nella vita ordinaria, può affrontare più di 300 malattie causate da vermi e la percentuale totale di infezioni parassitarie nel mondo supera il 75%. Anche osservando le regole dell'igiene domestica ed evitando pericoli evidenti - carne cruda e uova, acqua da fonti non verificate - possiamo essere infettati da elminti. Una volta nel corpo, si moltiplicano rapidamente, rilasciando prodotti di scarto tossici, che colpiscono l'intestino e spesso il fegato, i muscoli, i polmoni e altri organi.

Gli elminti sono pericolosi in quanto "minano" il lavoro del sistema immunitario e di altri sistemi, assorbono micro e macroelementi vitali per una persona e inibiscono la flora intestinale. Il corpo diventa molto vulnerabile alle infezioni, le infiammazioni, le malattie croniche sono esacerbate. Pertanto, l'infestazione da vermi deve essere combattuta non appena lo si sospetta.

Diverse forme di elminti possono esistere nel corpo umano e anche i loro segni (sintomi) sono diversi. Molto spesso, il corpo è affetto da:

  • i nematodi correlati ai nematodi sono ossiuri, nematodi, Trichinella, tricocefali, ecc. , Che causano l'enterobiasi;
  • vermi piatti (nastro)-cestodi - echinococco, tutti i tipi di tenie;
  • i trematodi sono trematodi molto pericolosi, i cui prodotti di scarto sono velenosi (come i nematodi) e causano essi stessi la schistosomiasi, l'optorchiasi e altre gravi malattie che i farmaci chimici non sempre affrontano.

I primi due gruppi di vermi causano principalmente malattie intestinali, il terzo può provocare extraintestinali. Ad esempio, l'opistorchiasi è causata da trematodi che vivono nei dotti biliari. Pertanto, le malattie provocate dagli elminti si manifestano con sintomi estremamente ampi.

I principali sintomi dell'invasione elmintica

Penetrando nel corpo, gli elminti si moltiplicano e le loro diverse forme sono presenti contemporaneamente nel corpo: cisti, larve, adulti. I farmaci della farmacia agiscono selettivamente su di essi e non danno un effetto complesso. Pertanto, prima inizia il trattamento, minore è il rischio di danni al corpo.

Il primo segno di un'invasione su larga scala è vomito, salivazione abbondante, attacchi di dolore localizzati nella cavità addominale. Sono tipici per l'infezione da nematodi, anchilostomi, tenie, difillobotriasi, tricocefalosi, strongiloidiasi. Inoltre, gli elminti causano attacchi di nausea al mattino, una sensazione incontrollabile di fame o, al contrario, un deterioramento dell'appetito, voglie immotivate per i dolci.

Le manifestazioni sono più spesso accompagnate da una violazione delle feci (stitichezza si alterna a diarrea), gonfiore, flatulenza. Quando viene infettato da lamblia, si osserva una grave diarrea. Almeno alcuni di questi sintomi sono un motivo per consultare immediatamente un medico, in quanto possono essere segni di ostruzione intestinale.

Un'altra manifestazione caratteristica dell'infezione con quasi tutti i tipi di vermi sono le eruzioni cutanee simili all'orticaria. La loro presenza è associata a una reazione ai prodotti di scarto tossici dei vermi. In base alla localizzazione dell'eruzione cutanea, i medici diagnosticano un'infestazione da anchilostomi, schistosomi o altri elminti. L'infezione da tenia di maiale, i nematodi è evidenziata da sigilli sottocutanei.

Altri segni di danni da elminti al corpo:

  • il nematode, oltre ai sintomi di cui sopra, può essere sospettato di tosse secca parossistica (come nella bronchite), disabilità visiva, linfonodi ingrossati;
  • gli ossiuri causano prurito nell'ano, genitali esterni, peggio di notte;
  • segni di infezione da schistosomi, lamblia, trematodi - debolezza, brividi, febbre, sangue nelle urine, dolore al fegato;
  • toxoplasmosi, toxocariasi polmonare è indicata da visione alterata, linguaggio;
  • gli anchilostomi provocano tosse, trichinella ed echinococco - forti dolori muscolari, la tenia del maiale causa una compromissione della coordinazione, crisi epilettiche, ecc.

Con un'infezione su larga scala o "avanzata", i capelli iniziano a cadere, le unghie diventano fragili e traballanti. Nei bambini, a causa della mancanza di oligoelementi (vengono assorbiti dagli elminti) e dell'avvelenamento con prodotti tossici, si osservano nervosismo, pianto irragionevole, iperattività e incapacità di concentrazione.

Raffreddori frequenti, anemia, esacerbazione di malattie croniche, mal di testa prolungato, sensazione di stanchezza persistente, irritabilità testimoniano la sconfitta del corpo da parte dei vermi. Questi sintomi sono associati alla soppressione della funzione di protezione immunitaria da parte dei vermi e, come altri, richiedono una diagnosi completa.

Diagnostica elmintiasi

I medici utilizzano diversi metodi per rilevare l'invasione elmintica. Il principale è la batterioscopia, l'analisi delle feci raschiando all'ingresso dell'ano. Questo è un metodo semplice e veloce, ma rileva solo gli elminti che hanno deposto le uova vicino all'ano. Ad esempio, il raschiamento non rivelerà i maschi, ma in generale questo è un modo abbastanza informativo per rilevare l'enterobiasi.

La microscopia delle feci è più efficace: rileva cisti di lamblia, uova di altri elminti (ma non ossiuri). L'analisi delle feci eseguita tre volte, con un intervallo da uno a tre giorni, o una tecnica di arricchimento utilizzata da alcuni laboratori, aiuta a migliorare l'accuratezza della diagnosi. Tuttavia, per i nematodi comuni, anche tale analisi è inefficace. Si depositano principalmente nell'intestino tenue e si trovano raramente nelle feci.

Il test di immunoassorbimento enzimatico del sangue venoso può rilevare gli elminti mediante anticorpi, con l'aiuto dei quali il corpo reagisce ai parassiti. Per ogni forma di vermi è necessario effettuare uno studio separato. La presenza di individui attivi di elminti è evidenziata dal livello di eosinofili da tre a quattro volte superiore alla norma e il contatto con loro è un doppio eccesso della soglia consentita. Tali test rivelano un'elmintiasi extraintestinale, ma per il loro appuntamento il medico deve avere una buona ragione.

La moderna tecnica diagnostica è il computer, la biorisonanza. Ti permette di identificare circa 20 tipi di worm. Vengono utilizzati anche la diagnostica Voll e altri metodi. Tuttavia, non si può parlare della loro efficacia al cento per cento. Pertanto, la soluzione migliore è concentrarsi sul trattamento e soprattutto sulla prevenzione dell'elmintiasi.

Complessi antiparassitari per la prevenzione e il trattamento dell'elmintiasi

È impossibile difendersi dai worm al 100% e le analisi non forniscono un quadro completo di ciò che sta accadendo. Pertanto, per non affrontare pericolose manifestazioni di infezione e malattie che provocano elminti, è necessario sottoporsi a un ciclo di terapia volto a rimuovere le loro forme dal corpo, compensare il danno che hanno causato e ripristinare la salute. Sono stati sviluppati una varietà di farmaci e complessi contro i parassiti, la cui azione è quella di eliminare, riportare le funzioni del corpo a livelli normali senza lo shock farmacologico inerente ai farmaci chimici.

I prodotti ricchi di amarezza naturale, antisettici, micro e macroelementi agiscono cumulativamente, senza provocare effetti collaterali. L'assunzione di farmaci prevede:

  • pulizia da oltre 150 tipi di elminti;
  • ripristino dell'immunità, normale microflora intestinale - i vermi non saranno più in grado di moltiplicarsi al suo interno;
  • rifornimento dello stock di oligoelementi: la loro mancanza provoca un numero enorme di malattie, fino a tumori maligni, cirrosi;
  • ripristino del normale funzionamento di tutti gli organi - le manifestazioni di allergie, micosi, candidosi diminuiscono, lo stato di salute migliora, la resistenza del corpo a fattori ambientali negativi.

Per la prevenzione, la terapia deve essere eseguita due volte all'anno, assumendo tutti i farmaci del complesso due volte al giorno, una capsula. La durata standard di un corso di farmaci contro i vermi è di almeno un mese. Ma il programma finale per l'assunzione di farmaci dovrebbe essere prescritto solo da uno specialista.