Cura per i parassiti

farmaco per i parassiti

Le fonti di parassiti nel corpo umano possono essere cose a noi familiari: trasporti pubblici, frutta e verdura non lavate, strette di mano e così via. I parassiti hanno un effetto estremamente negativo sul corpo umano, anche se non si manifestano immediatamente: riducono l'appetito, contribuiscono alla cattiva digestione, allo sviluppo di allergie e allo sviluppo del dolore nell'organo danneggiato.

Inoltre, la consapevolezza che un parassita vive all'interno, raggiungendo una lunghezza di diversi centimetri, non è il fatto più piacevole. Pertanto, vale la pena consultare un medico in tempo e prescrivere un trattamento.

Come si verifica l'infestazione da parassiti?

La maggior parte degli ospiti indesiderati sono elminti (vermi parassiti). Molto spesso colonizzano l'intestino e vi si parassitano. Possono provocare allergie, disturbi alimentari, interruzione del funzionamento degli organi interni (se entrano nei polmoni, nel cervello o nel bulbo oculare, nei muscoli).

In alcuni casi, è semplicemente impossibile evitare i parassiti. Consumiamo costantemente prodotti di origine animale (pesce, carne), nonché frutti freschi di piante, che nella loro forma grezza contengono larve o uova di elminti.

Le uova o le larve dei parassiti entrano nell'apparato digerente dalle mani sporche, soprattutto spesso sono tra coloro a cui piace mangiarsi le unghie. Meno comunemente, l'infezione si verifica a causa dell'acqua sporca o dell'ingresso di polvere con uova di parassiti sulle mucose del naso o della faringe.

Tra i parassiti presenti nell'uomo, si possono distinguere 3 classi:

  • Elminti rotondi (classe dei nematodi);
  • Vermi piatti (classe di trematodi);
  • Parassiti del nastro (classe dei cestodi).

Per eseguire la terapia farmacologica, è importante determinare correttamente l'elminto e lo stadio del suo sviluppo. Questi possono essere larve (quando una persona è l'ospite intermedio del verme) o individui sessualmente maturi (se è l'ospite finale). Alcuni farmaci sono in grado di agire solo sulle larve, ma ci sono anche quei farmaci che sopprimono la riproduzione dei parassiti in qualsiasi fase.

Sintomi dello sviluppo di parassiti nel corpo

  • intossicazione del corpo: forte perdita di peso, perdita di appetito, nausea e vertigini frequenti, forte diminuzione dell'emoglobina;
  • aumento dell'appetito, specialmente per i dolci: i parassiti si nutrono di zucchero;
  • insonnia e irritabilità;
  • movimenti intestinali intensi (diarrea);
  • digestione dolorosa (dispepsia);
  • aumento della temperatura corporea;
  • flatulenza ed eruttazione;
  • dolore nella zona addominale;
  • manifestazioni cutanee allergiche;
  • cattive condizioni di capelli, pelle, unghie, poiché vitamine e oligoelementi assorbono gli elminti;
  • un'allergia che si manifesta sulla pelle sotto forma di eruzione cutanea, prurito e desquamazione;
  • prurito nell'ano, che si verifica di notte quando i parassiti femminili depongono le uova nell'ano;

Diagnosi di parassiti

Quando una persona ha scoperto un parassita in se stessa, spesso cerca di auto-medicare. Va in farmacia e compra eventuali farmaci antiparassitari. Spesso il paziente è semplicemente imbarazzato nel vedere un medico. Ma oggi è stato introdotto il divieto di libera vendita di questi farmaci. I farmaci antielmintici sono tossici, possono influenzare negativamente la digestione e il funzionamento dei reni, del fegato e devi stare molto attento quando li prendi.

Solo un medico qualificato sarà in grado di determinare il tipo di parassiti e selezionare i mezzi più sicuri per combatterli. Tuttavia, tutto questo non può essere determinato senza test di laboratorio.

  • Reazione a catena della polimerasi (PCR). Consente di rilevare il parassita e determinarne la struttura genetica. Il sangue viene posto in un reattore specializzato (amplificatore), dove DNA e RNA vengono scissi sotto l'influenza della temperatura.
  • Test immunologico (ELISA). Consente di stabilire non solo il tipo di parassita, ma anche la risposta del sistema immunitario. La reazione viene valutata utilizzando un colorimetro ELISA (analizzatore), che mostra l'intensità del colore. Più luminoso, più satura è la concentrazione di parassiti nel corpo.
  • Risonanza vegetativa (metodo Voll). Con l'aiuto dell'ART, il medico può scoprire se il corpo soffre di allergie, se ha un effetto tossico, batterico, parassitario o meno.

Tipi di medicinali per i parassiti

  • Sintetico. Sbarazzarsi dei vermi si ottiene dopo 2-3 dosi di pillole. Tuttavia, è necessario essere estremamente attenti con tali farmaci: sono altamente tossici e se non si osserva il dosaggio esatto, aumenta il rischio di effetti collaterali.
  • Origine vegetale. Stimolano le difese dell'organismo e purificano l'intestino dalle tossine. Il trattamento con tali mezzi è sicuro, poiché tutti i principi attivi vengono rimossi all'esterno.
  • Rimedi omeopatici. Il corso del trattamento omeopatico dura diversi mesi, quindi l'effetto può essere ritardato. Ma i rimedi omeopatici non danneggiano il corpo.

Come scegliere le pillole per i vermi per una persona?

La scelta dei farmaci dovrebbe essere gestita dal medico curante dopo l'esame e la ricezione di tutti i risultati dei test di laboratorio. Come abbiamo già visto in precedenza, i rimedi sintetici ed erboristici funzionano in modi diversi. Inoltre, diversi gruppi di farmaci antiparassitari hanno effetti diversi sugli adulti di vermi e sulle loro larve. A seconda del grado di sviluppo dei parassiti nel corpo e del tipo di elminti, il medico seleziona il medicinale più adatto.

Esistono gruppi di farmaci che hanno i seguenti effetti:

  • interrompere il funzionamento dell'intestino dei parassiti e portare alla loro morte;
  • provocare un blocco dell'assorbimento dei nutrienti;
  • avere un effetto paralitico e interrompere il metabolismo delle cellule parassite;
  • bloccare il sistema nervoso dei vermi, causando la loro paralisi ed escrezione dal corpo;
  • fondi combinati che combinano più effetti contemporaneamente.

Perché non puoi scegliere tu stesso le medicine?

Hanno un effetto tossico sul corpo umano, inoltre, è necessario essere in grado di calcolare correttamente la dose in base al peso corporeo. Quando un gran numero di vermi si sviluppa nel corpo del paziente, è necessario eseguire una terapia aggiuntiva, che deve essere prescritta anche da uno specialista.

Trattamento per i parassiti durante la gravidanza

Se sono stati trovati parassiti in una donna nel primo trimestre di gravidanza, la terapia antiparassitaria non deve essere iniziata. Qualsiasi farmaco per i vermi può danneggiare una donna e il feto in via di sviluppo nel suo grembo più dei vermi stessi.

I parassiti durante la gravidanza non sono motivo di panico. È noto che se vengono osservate tutte le regole igieniche, gli elminti verranno eliminati in modo indipendente dal corpo in poche settimane. Per fare ciò, è necessario vaporizzare a fondo il bucato e osservare l'igiene personale.

Prevenzione dei parassiti

Basta seguire semplici regole igieniche: lavarsi le mani prima di mangiare, dopo aver usato il bagno e aver lavorato con la terra, non mangiare frutta e verdura non lavate, carne o pesce crudi o poco cotti, non bere acqua non bollita, specialmente da fonti naturali, evitare il contatto con animali sconosciuti, soprattutto selvatici.

Inoltre, non dimenticare di insegnare ai bambini l'igiene. È importante assicurarsi che i bambini non si mangino le unghie e si lavino sempre le mani dopo aver visitato la strada o i luoghi pubblici.